1.    Situazionale
La Repubblica Islamica di Mauritania collocata al sud del Sahara e a nord del Senegal detiene un rilevante patrimonio ittico individuato fra le sue coste marittime che si estendono per + di 720 km sull’atlantico
mmmm
In questo sterminato luogo di risorse ittiche hanno pescato negli ultimi 20 anni quasi tutte le maggiori marinerie del mondo; Giapponesi, Coreani, Russi ed Europei, utilizzando accordi di pesca bilaterali; l’UE, quale istituzione, è presente in maniera più strutturale definendo con la Repubblica di Mauritania degli accordi di area per uno sfruttamento “ragionato” delle risorse del paese da parte delle marinerie degli stati membri

Il comparto della pesca si suddivide in due grandi segmenti: la pesca industriale e la pesca artigianale e costiera

1)    La pesca industriale

peschereccio
La pesca Industriale concentra quasi il 90% (circa 150.000 ton di catture x anno) ripartite fra pesca di fondo (cefalopodi, crostacei, altri pesci) e pesca pelagica (sardinella, mackerel, etc)
La flotta industriale è composta principalmente da barche pelagiche (trawler e super trawler), long line e strascico di fondo quasi tutte di nazionalità straniera; La flotta industriale demersiale è costituita quasi esclusivamente da barche dedicate alla pesca dei cefalopodi e principalmente al polpo ed ai crostacei.

2)    La pesca artigianale

mm

La flotta di pesca cosiddetta artigianale è costituita quasi del tutto da battelli nazionali (comprese piroghe tradizionali a vela) o di paesi confinanti (Senegal) che pescano nelle acque della Repubblica con speciali licenze.
Questo comparto benché attualmente considerato “ secondario” o di sostentamento per le comunità costiere, possiede invece un rilevantissimo potenziale (qualora ben valorizzato), in quanto le specie catturate proprio da queste imbarcazioni costiere appartengono per buona parte alle specie di pregio fortemente richieste dalla domanda internazionale.


3)    Infrastrutture a terra

mm

I principali porti di sbarco del pescato sono Nouakchott et Nouadhibou. Bisogna dire tuttavia che solo il prodotto della pesca artigianale sbarca in Mauritania, mentre quasi la totalità del pescato industriale va direttamente sui mercati di sbocco internazionali.

 

Nouakchott concentra il commercio del fresco mentre Nouadibhou è il principale porto del commercio del congelato

4)    La trasformazione

 

Malgrado gli sforzi effettuati dagli organi della repubblica, nell’incentivare la trasformazione del pesce, non esiste un vero è proprio comparto industriale; la trasformazione o meglio il condizionamento a freddo è fatto da alcune aziende più o meno efficienti che lavorano stagionalmente con standard ridotti al 30% del potenziale.

 

5)    Il mercato

 

Il mercato interno della Repubblica assorbe una quantità di pescato relativamente piccola.

Cosi quasi la totalità del pescato è destinato alla esportazione di cui circa il 95% del pesce pelagico industriale esportato “direttamente” dagli armatori internazionali.

Per il rimanente pescato, i paesi di sbocco più interessanti sono l’Asia ( Giappone) e Spagna, tramite i magazzini commerciali di Las Palmas.

Pochissima è la quantità trasformata in farina di pesce.

 

Una azienda di stato – IMROP – ha, l’esclusiva della commercializzazione del pesce sbarcato ed opera sui mercati internazionali quasi in regime di monopolio, applicando una royalty sul venduto

 


2.    Ipotesi relativa ad una impresa di pesca in Mauritania

 

Le considerazioni sintetiche di cui sopra circoscrivono lo scenario dove il “Licencee” intende sviluppare una nuova impresa di pesca che, per quanto intuibile dalle note in ns possesso (fact sheet), sembra volere operare prioritariamente e/o quasi esclusivamente nella attività di pesca e trasformazione dei piccoli pelagici.

 

Bisogna dire che questo segmento della filiera ittica detiene alcune specificità che ci sembra utile sottolineare prima di tracciare le possibili percorrenze della nuova impresa.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: