Wiki Leaks Assange

Wiki Leaks Assange

I cablo della diplomazia USA, rivelati da #WikiLeaks

1. Per spiegarvi la questione del folle aumento della spesa militare dell’Italia al 2% del PIL, per cui gli USA hanno fatto pressioni continue e i nostri governi di destra e sinistra hanno resistito a lungo. Userò i cablo della diplomazia USA,

2. sottolineo che i cablo della diplomazia USA che userò sono tra i documenti segreti per cui Julian #Assange rischia 175 ANNI di prigione nella galera più estrema degli USA: #ADXFlorence, Colorado, dove si trovano i criminali più pericolosi, come El Chapo

3. i cablo vanno da fine 2001 a feb.2002. Le prime *preoccupazioni* degli USA sulla spesa militare italiana compaiono in questo cablo del 2002 (amministrazione Bush): https://wikileaks.org/plusd/cables/02ROME5049_a.html…

4. a *preoccupare* autorità USA è che l’Italia non spende abbastanza per armi e questo rischia creare 2 problemi: 1) di non comprare abbastanza armi dall’industria degli armamenti USA (procurement) 2) di non destinare abbastanza risorse alle missioni militari come #Afghanistan

5. nel governo Berlusconi, la diplomazia USA aveva un grande sponsor: l’ex ministro della Difesa, Antonio Martino che spingeva per innalzamento spesa militare. Questo è uno dei cablo su #Martinohttps://wikileaks.org/plusd/cables/02ROME5049_a.html…

6. nel governo Berlusconi, però, la diplomazia USA trova anche 2 politici meno entusiasti della spesa militare: Umberto Bossi e Giulio Tremonti

7. Che Umberto Bossi NON fosse entusiasta delle ingenti spese militari e guerre NON preoccupava particolarmente diplomazia USA. La posizione di Bossi era considerata come una strategia politica opportunistica: per conquistare i voti ex PCI. Ecco un cablo: https://wikileaks.org/plusd/cables/09ROME877_a.html…

8. più problematica per la diplomazia USA era, invece, la posizione di Giulio Tremonti: Tremonti vedeva il coinvolgimento dell’Italia nelle guerre senza fine degli Stati Uniti come qualcosa contrario agli interessi della nazione. Ecco il cablo: https://wikileaks.org/plusd/cables/09ROME877_a.html…

9. nel 2006,l’ambasciatore USA Spogli coglie quella che è una fondamentale tensione: se finisce Berlusconi, torna al potere la sinistra, non avranno più potere i “partner del sociale”: quelli che vogliono più spesa x sanità, meno x armi e guerre. Ecco il cablo: https://wikileaks.org/plusd/cables/06ROME864_a.html…

10. non solo l’ambasciatore USA Spogli coglie questa fondamentale tensione nella gestione della spesa pubblica, ma coglie un altro fatto: sinistra italiana privilegia integrazione politica e procurement armamenti con #Europa, invece che #USA. Ecco cablo: https://wikileaks.org/plusd/cables/06ROME864_a.html…

11. termina l’amministrazione #GeorgeWBush,viene eletto #Obama, le pressioni sui governi italiani di destra e sinistra (affinché spesa militare aumenti), cessano? per niente affatto. ll cablo cruciale è questo: https://wikileaks.org/plusd/cables/09ROME177_a.html…

12. ecco cosa scrive diplomazia USA ai tempi di Obama: “Quando chiediamo risorse militari aggiuntive o fondi per l’Afghanistan, i funzionari del governo italiano replicano che il loro bilancio economico limitato non permette di fare di più. Non dovremmo accettare questa scusa”

13. diplomazia USA(Obama)conclude:”governo italiano ha preso decisione di spendere per la difesa meno di quanto sia necessario per mantenere il suo status di alleato Nato top-tier: circa 1% Pil. Dovremmo spingerli a stanziare fondi sufficienti”. Ecco cablo: https://wikileaks.org/plusd/cables/09ROME177_a.html…

14. dopo 20 anni di pressioni continue su governi italiani di destra e sinistra, la guerra in #Ucraina è stata usata in modo strumentale(e NON solo in Italia) per portare la spesa militare a livelli folli. Cosa succederà al nostro welfare?

15. chiunque in Italia non sia moralmente corrotto e perduto dovrebbe dire: NON possiamo permetterci oltre 100 MILIONI di euro al giorno in armamenti, se non vogliamo distruggere sanità, scuola e università pubblica. Le cose che ancora ci tengono qui

%d bloggers like this: