Ilha do Gobernador

Vorrei provare a raccontarvi un’altra Rio ed un Brasile fuori dai circuiti turistici, un continente che a Rio vive i suoi momenti più intriganti. La Città Meravigliosa che diviene la città della gente. Una città umana ma a tratti pericolosissima e insidiosa. Una Metropoli Multi culturale, Multi etnica. Una città carioca inclusiva, ma molto esclusiva.


Ma per comprendere tutto questo bisogna viverci, il turista infatti riesce a percepire o forse meglio consumare, appena qualche profumo slavato. Non essendo uno scrittore però mi limiterò ad aggiungere solo alcune mie considerazioni su questa megalopoli meravigliosa, così come era prima di Bolsonaro.


Di seguito Le Calette di Leblon Prainha do Gumari, e Niteroi che sono poi i Lidi della borghesia Carioca. Inoltre rimanendo sempre nell’area metropolitana, la Ila do Lazer, il Parco botanico, la Università Agraria. Il Castello del porto


I carioca i giovani ma egualmente i meno giovani, svolgono una vita molto intensa nel quotidiano, ma sanno anche prendersi pause “ecologiche” quando più possibile. Visitando i Parchi che circondano la città,


praticando molti sport sulle aree dedicate delle spiagge sterminate, in mezzo alla natura o in qualsiasi angolo della città, basta che ci sia un campetto ed un pallone.


Partecipano ad eventi culturali “impegnati”, o semplicemente andando per Barzinhos, dove non è difficile incontrare qualche autore come Gaetano Veloso, Marisa Monte, Bebel Gilberto, che in tutta semplicità sorseggiando una cerveza, stimolati dall’atmosfera complice cominciano a carezzare la chitarra coinvolgendo gli astanti in tutta semplicità fino a notte alta.


Ma Rio è anche Architettura, con residenze del novecento magnificamente mantenute


Teatri e Musei per tutti i gusti fino al museo de Amanha


Rio è anche Favelas, divenute con Lula una tavolozza di colori, un luogo turistico sofisticato, ma ritornate con Bolsonaro ad essere luoghi poveri e pericolosi.


Infine Rio è isole e arcipelaghi che la circondano per quasi 100 km fino a Paraty.

Ed allora rimane ancora la città meravigliao. ?? Oggi forse non più; con Bolsonaro Rio come molte città metropolitane del Brasile sono diventate pericolose anzi pericolosissime. Io stesso tento di scansarla se non sono costretto. Però come si dice in Carioca ”  Já sinto saudades suas e você ainda nem foi embora.””


Di seguito Alcuni Video inusuali della città meravigliosa


I carioca Sono così quando c’è la Copa non si bada a tifo


Ipanema Copacabana Leblon, Dia Dia

SUBSCRIBE TO OUR NEWSLETTER